Ricetta dei biscotti Pepparkakor, gingerbread o pan di zenzero

Ricetta dei biscotti Pepparkakor, gingerbread o pan di zenzero

Ecco nonostante qualche ritardo la ricetta dei biscotti speziati di quest’anno: i Pepparkakor, gingerbread o pan di zenzero, come volete chiamarli. Ottimi per fare delle belle formine natalizie, sono andati a ruba. Diversi dai Lebkuchen di cui vi avevo già scritto la ricetta un paio di anni fa (forse io preferisco i Lebkuchen) questi di oggi sono veramente veloci e fragranti.

Una buona idea è quella di preparare l’impasto dei biscotti pepparkakor in anticipo, congelarlo e poi eventualmente ricoprirli con cioccolato o glassa all’acqua.

Ricetta dei biscotti Pepparkakor, gingerbread o pan di zenzero

Per tutti i trucchi per un risultato migliore di questa ricetta leggi il post del 2016 qui.

  • 150 g di miele o sciroppo d’acero o melassa. Io mi trovo bene con il miele quello dei barattolini che si spremono.
  • 110 g di burro di buona qualità
  • 100 g di zucchero di canna
  • 370 g di farina macinata a pietra (guarda qui per le spiegazioni sulla farina)
  • 1 cucchiaino di cannella o un po’ di più
  • 2 cucchiaini di zenzero in polvere
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/4 cucchiaino di chiodi di garofano macinati bene
  • 1/4 cucchiaino di sale
  • 1 uovo intero da allevamento all’aperto (da sostituire in caso con l’ acqua 90 g)

Procedimento

Sul gas a fiamma minima sciogliere in un pentolino antiaderente e molto profondo il burro con miele (o melassa) e zucchero, le spezie e il sale e mescolare di tanto in tanto, per renderlo bello liscio e omogeneo.

Togliere dal fuoco e aggiungere il bicarbonato di sodio mescolando per bene. Si formerà una bellissima spuma che arriverà fino al bordo del pentolino, attenzione che potrebbe uscire dal bordo del pentolino. Far raffreddare e appena a temperatura ambiente o tiepida incorporare l’uovo sbattuto, fino a completo assorbimento.

In una ciotola unire questo composto alla farina setacciata e iniziare a impastare con il cucchiaio di legno; vedrete che si comincerà a formare un unico impasto appiccicoso e in poco tempo una palla.

Con le mani, magari con i guanti in lattice formare una palla. Sarà appiccicosa quindi mettete in caso un altro velo di farina, ma non esagerate e non impastate troppo.

Mettere a riposare in frigo io lo lascio per 3-4ore.

La mattina dopo, preriscaldare il forno a 180 °, stendere la pasta con l’aiuto di un po’ di farina, farla sottile ma non troppo e ritagliare le forme con i taglia-biscotti preferiti. Disporli su una teglia foderata con carta da forno e cuocerli per circa o appena i bordi diventano ben dorati. Con queste dosi ne escono circa 25 biscotti grandicelli.

Ricetta dei biscotti Pepparkakor, gingerbread o pan di zenzero

Dopo la cottura, conservarli in una scatola in latta. Non ho foto perché sono stati mangiati quasi subito!

Ecco le foto del 2016 con questa ricetta

biscotti-di-pan-di-zenzero-ottmi-1

2 comments on “Ricetta dei biscotti Pepparkakor, gingerbread o pan di zenzero

  1. Lo stampino a forma di palla di Natale mi manca… 😀
    Questi biscotti non mi stancano e saziano mai… li mangerei tutto l’anno, non solo per rivivere lo spirito calmo delle feste, ma perchè sono proprio buoni! A volte ci metto anche il cardamomo, come aroma in più! Viva le spezie… 🙂

    • Stefania

      Gli stampini sono un regalo di Natale di quest anno! 🙂 io di questi biscotti sono abbastanza innamorata, devo dire che tutti gli anni provo varie versioni perché la definitiva non l’ho ancora trovata. Una mia amica mi segnalava che le sono venuti un po’ duretti dovrò riprovare svariate volte e con eventuali aggiustamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php